Elezioni Enasarco
di


| 2016 | Investo Business | News
| Marzo 2016 | 2713 Visite | con Commenti disabilitati su Elezioni Enasarco

In un’Italia che sta perdendo l’abitudine al voto, dall’1 al 14 aprile si svolgeranno delle elezioni “economicamente” importanti: quelle per scegliere i delegati all’assemblea dell’Enasarco. Un problema che riguarda solo gli agenti di commercio o i consulenti finanziari? Non proprio. Innanzi tutto perché si voteranno anche i rappresentanti delle imprese “mandanti”, da Confindustria a Confcooperative, da Confcommercio a Confesercenti. D’altronde il 70% del Pil italiano transita attraverso il lavoro degli agenti di commercio. Senza dimenticare che Enasarco gestisce un patrimonio di circa 7 miliardi di euro. Una massa di denaro e di investimenti mobiliari ed immobiliari di cui bisogna tener conto. Perché le scelte dei nuovi vertici dell’Enasarco non avranno conseguenze solo per gli agenti e per la loro pensione. Ma un simile ammontare di risorse può determinare conseguenze differenti a seconda di come saranno utilizzate le risorse, dove saranno indirizzati gli investimenti. E poi non andranno sottovalutati i cambiamenti che Antonello Marzolla, segretario nazionale dell’Usarci, ha assicurato per il futuro, qualora dalle elezioni uscisse vincente la grande coalizione delle associazioni degli agenti e delle imprese. Dal miglioramento del servizio sanitario interno alla collaborazione con le università, dalla comunicazione all’aggiornamento, da un aumento dei servizi per gli agenti all’incentivo per favorire l’ingresso dei giovani. Ma la sfida più rischiosa e’ quella della partecipazione al voto. Solo con percentuali elevate di votanti la nuova Enasarco avrà la forza e l’autorevolezza per respingere i tentativi di inglobarla in qualche carrozzone dello Stato

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi