Business Angels a confronto
di

|
| News
| Giugno 2014 | 4063 Visite | con No Comments

Lunedì 16 giugno, presso la sala convegni della sede milanese di PwC, si è svolta la XV Convention di IBAN, Associazione Italiana Business Angels, frutto anche dell’apporto di BNL Gruppo BNP Paribas.

Francesco Ferrara, Partner PwC, e Paolo Anselmo, Presidente IBAN, nei saluti inaugurali, hanno evidenziato l’importanza del capitale di rischio quale possibile promotore di crescita delle piccole e medie imprese, sottolineando la necessità di collaborazione tra tutte le figure professionali legate al mondo dell’angel investing.

L’apertura dei lavori è stata svolta del professor Vincenzo Capizzi, SDA Bocconi, in collaborazione con Tomaso Marzotto Caotorta, vicepresidente di IBAN, che ha illustrato i risultati della Survey IBAN 2013, indagine che da oltre dieci anni fotografa la situazione dell’angel investing in Italia.

Successivamente Marco Gay, nuovo presidente di Confindustria giovani e startupper (ad e socio fondatore di WebWorking), è intervenuto per sottolineare l’importanza del capitale di rischio, ancora troppo sconosciuto in Italia ma necessario per sostenere giovani e “visionari” che vogliono fare impresa innovativa.

Una tavola rotonda dal titolo “Selezione delle proposte imprenditoriali e criteri di valutazione”, è stata poi diretta e moderata da Emil Abirascid, giornalista, ideatore e autore di Startupbusiness, alla quale sono intervenuti Giancarlo Rocchietti, Presidente di Club degli Investitori di Torino, Marco Villa di Italian Angels for Growth (IAG), Marco Bendinelli di SAMBA, Dario Caleffi del neo-nato Club BAN-up, alcuni dei principali esponenti dei club di investitori italiani, per illustrare le modalità ottimali di valutazione delle proposte di investimento.

Philippe Gluntz, presidente di BAE, Business Angels Europe, Ute Günther, co-presidente di Business Angels Netzwerk Deutschland e.V., Jacek Błoński (PL), Managing Partner di Zernike Meta Ventures Ingenium Poland Fund, Nelson Gray, Business Angel britannico, Jürgen Jähnert , MFG Baden-Württemberg mbH: ospiti internazionali, principali business angel del panorama europeo, hanno infine animato la sessione intitolata “Selezione delle proposte imprenditoriali e criteri di valutazione” raccontando aspetti del mondo dell’angel investing nei rispettivi paesi d’origine, soffermandosi sulle peculiarità normative e le personali strategie d’investimento.

L’evento è proseguito analizzando il tema dell’equity crowdfunding a cura di Leonardo Frigiolini, Presidente e Amministratore Delegato di Unicasim S.p.A., la società genovese che ha lanciato, attraverso la propria piattaforma Unicaseed, il primo equity crowdfunding italiano e dell’avv. Umberto Piattelli, partner dello Studio Legale Osborne Clarke. Un ultimo focus è stato riservato alla normativa italiana a sostegno dei Business Angel grazie all’intervento di Roberto Randazzo di R&P Legal e Riccardo Gotti Tedeschi di Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners

La convention si è chiusa con l’assegnazione del premio Premio Nazionale BAY 2014 ai vincitori appartenenti alle diverse categorie in gara da parte di Paolo Anselmo e Andrea Di Fabio, Responsabile Prodotti e Servizi Imprese e Small Business di BNL – Gruppo BNP Paribas.

Premio Business Angel of The Year (BAY) a Marco Bicocchi Pichi

• Premio Club Investing of The Year (CIY) a SAMBA

• Premio Corporate Venturing a Pozzoni S.p.A.

“Questi premi sono il risultato di lavoro e dedizione da parte di investitori informali che, nonostante i dati contrastanti sulla ripresa del Paese, continuano a credere e scommettere su start up innovative” – ha dichiarato Paolo Anselmo – “Il nostro obiettivo è dare visibilità alla migliore operazione di angel investing nelle diverse categorie per riconoscere i meriti e raccontare le migliori storie di successo.”

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi