#mettiamocelatutta: il manuale organizzativo Coalvi
by

| , ,
| 2020 | News | Senza categoria
| March 2020 | 280 Views | with Comments Off on #mettiamocelatutta: il manuale organizzativo Coalvi

Trentacinque anni di esperienza, quasi trecento punti vendita in tutta Italia, 1400 allevamenti e circa 20mila bovini etichettati ogni anno: questi sono i numeri del Coalvi, il Consorzio di Tutela della Razza bovina Piemontese, e anche in un momento storico sicuramente molto difficile e pieno di incertezze, continua a operare al fianco delle macellerie e dei clienti finali. Fin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus e nel pieno rispetto delle direttive ministeriali, il Coalvi è rimasto in contatto con gli allevatori e con i macellai sparsi sul territorio nazionale, fornendo loro indicazioni e consigli sul modo corretto di portare avanti le loro attività. Il Consorzio si è impegnato con grande tempestività a fornire alle macellerie tutto il supporto tecnico utile a garantire un servizio sicuro e continuativo ai propri clienti, ponendo l’attenzione su alcuni aspetti (come le norme igieniche o il controllo delle temperature) che in una situazione emergenziale come quella che tutti stiamo vivendo non possono essere lasciati all’improvvisazione del momento.

Nello specifico, il Coalvi ha inviato a tutte le macellerie un “Manuale organizzativo”, utile per operare in sicurezza in questo frangente particolare. Tale Manuale, redatto dal Coalvi, ha lo scopo di aiutare le macellerie in un momento in cui le consegne a domicilio potrebbero rivelarsi un buon metodo – ad esempio – per prevenire gli assembramenti di persone in negozio. La linea guida contiene la documentazione da allegare al manuale HACCP, oltre a specifici consigli per un’organizzazione ottimale delle consegne a domicilio. È stato inoltre fornito un servizio di comunicazione creato ad hoc, personalizzato per ogni macelleria, al fine di poter supportare ogni punto vendita con la propria clientela. Inoltre si da supporto per la realizzazione e l’utilizzo di cataloghi online per semplificare la gestione degli ordini con i clienti e per l’attivazione di pagamenti digitali per evitare il passaggio di contanti che potrebbe rivelarsi potenzialmente pericoloso. In questo modo da una parte è stata data una linea generale da seguire in concerto con le direttive nazionali in materia di sicurezza e di igiene, dall’altra ogni macellaio ha avuto modo di continuare ad offrire il proprio servizio personalizzato che lo contraddistingue da sempre.

Il Coalvi dunque non si ferma, e rimane vicino alle sue macellerie e a tutti i consumatori, continuando a dare garanzie sull’origine della carne di Razza Piemontese, anche in tempi di grande incertezza e instabilità.

Condividere questo articolo:

Comments are closed.