gliAironi spiccano il volo verso Mercato Centrale.
by


| 2020 | Featured
| July 2020 | 354 Views | with Comments Off on gliAironi spiccano il volo verso Mercato Centrale.

Al Mercato Centrale di Torino: gliAironi, player d’eccellenza del riso vercellese, inaugura la sua bottega in collaborazione con Savini Tartufi. Presenza storica all’interno del Mercato Centrale, Savini Tartufi amplia oggi la sua offerta al pubblico, aggiungendo ai suoi prodotti il riso de gliAironi. La collaborazione riguarda in prima battuta la proposta di ristorazione, con piatti studiati appositamente dallo staff, coordinato dagli chef Mejser Voci e Mohamed Harrabi, per esaltare uno tra i più classici abbinamenti della cucina piemontese: il risotto al tartufo (in carta a 18 euro).

Tante le nuove creazioni realizzate con il riso gliAironi, come il Risotto cacio e pepe e zest di limone , il Risotto gamberi, pesto di zucchine e chips di fiori di zucca o il Risotto con pomodoro, tartare di melanzane e mozzarella, il tutto a prezzi decisamente apprezzabili per tutte le tasche. Inoltre, nel nuovo spazio in co-branding , i clienti di Mercato Centrale, troveranno non solo piatti che uniscono due materie prime d’eccellenza del territorio, ma potranno anche acquistare una vasta gamma di prodotti firmati da gliAironi. Oltre al riso Carnaroli, al Sake Nero (il primo sakè italiano, a base di riso nero vercellese) o Nebbia, lo speciale riso gliAironi affumicato al legno di ciliegio, saranno in vendita anche gli speciali Risotti Classici gliAironi, preparati per risotto realizzati con materie prime selezionate e confezionati sottovuoto o in atmosfera modificata.

Risotti pensati per venire incontro alle esigenze dei consumatori che vogliono godersi un buon primo piatto in tempi rapidi senza scendere a compromessi con la qualità del prodotto. Una gamma di ricette che omaggia la cultura culinaria italiana, con abbinamenti che prendono ispirazione da alcune delle ricette regionali più amate: dal risotto con melanzane “alla Norma”, alla panissa vercellese, al risotto “cacio e pepe”, fino al risotto al “cavolo e acciughe”, ispirato al piatto piemontese per eccellenza, la Bagna Caöda.

Ma quando si parla di Riso non si può che parlare anche di storia. La storia di un territorio, quello delle grange Vercellesi. In queste terre, bonificate e messe a coltura nel 1100 dai monaci Cistercensi e Benedettini, è nato il riso vercellese, che da allora è il fiore all’occhiello delle produzioni di questa zona. La storia di una famiglia, la famiglia Perinotti, che da cinque generazioni matura esperienza nella coltivazione del riso in queste terre, e che dedicato la propria esistenza al miglioramento delle condizioni colturali della Tenuta Pracantone. Alla famiglia Perinotti, negli anni, si è aggiunta una squadra competente e coesa, capitanata da Gabriele Conte, Brand Evangelist del gruppo. La storia di un’azienda, che ha sempre puntato alla qualità e a un ritorno all’agricoltura di un tempo. Non a caso il nome dell’azienda è un omaggio di Michele Perinotti agli Aironi Cenerini, specie in via d’estinzione, tornata a popolare le risaie della zona solo pochi anni fa, quando si è smesso di puntare su una risicoltura intensiva basata sulla produzione di quantità e sull’utilizzo indiscriminato di fertilizzanti chimici e fitofarmaci. La storia di un prodotto per cui gliAironi hanno sempre avuto grande rispetto, trattandolo con cura e lavorandolo il meno possibile. Per questo, per esempio, il riso gliAironi è l’unico presente sul mercato a mantenere la Gemma, parte fondamentale del chicco di riso, simbolo di una lavorazione delicata e poco invasiva che preserva proteine, vitamine, sali minerali ed enzimi. La presenza della gemma sul chicco, laddove è stata posta dalla natura, è inoltre sinonimo di palatabilità del chicco e di grande tenuta alla cottura, e quella del riso gliAironi è anche una storia che guarda al futuro, che nel rispetto della tradizione, ha portato l’azienda a essere un simbolo nazionale dell’eccellenza risicola, oggi gliAironi concentra una grande quantità di sforzi sull’innovazione di prodotto, e lo fa da un lato dedicandosi ai professionisti del settore e all’alta ristorazione, a cui propone una linea di grande qualità fatta di risi, farine e perfino di rifiniture creative come il “crunchy”, il riso croccante estruso, ricoperto a bassa temperatura di spezie e ingredienti assolutamente naturali. Dall’altro gliAironi si rivolge, con i suoi prodotti d’eccellenza più sperimentali, anche al grande pubblico, a cui propone anche biscotti biologici, barrette di riso artigianali, risotti confezionati sottovuoto con materie prime selezionate e perfino prodotti meno usuali come Nero, il primo sake italiano al mondo e Nebbia, il riso affumicato con legno di ciliegio per 14 ore.

Condividere questo articolo:

Comments are closed.