Un cyborg con abito elegante e scarpe da tennis
by

| , ,
| News | Senza categoria
| September 2019 | 187 Views | with Comments Off on Un cyborg con abito elegante e scarpe da tennis

SEAT ATECA FR. UN CONCENTRATO DI TECNOLOGIA

Chiave in tasca, ti avvicini all’auto, il logo Ateca viene proiettato sull’asfalto. Entri, e dentro tutto tace, tranne quell’unico tasto, che pulsa come un cuore e richiama la tua attenzione. Una volta attivato, ecco che una serie di informazioni, di suoni e di colori ti portano in una dimensione avvolgente e per certi aspetti quasi onirica. Si chiama Heartbeat quel pulsante che batte come un piccolo cuore, e non c’era modo migliore per cominciare un test drive che promette di stupire.

L’esperienza di guida su questa Ateca FR è decisamente all’insegna della tecnologia. Non basta una sola prova su strada per scoprirne tutte le sfaccettature, le configurazioni, le infinte opzioni che si hanno a disposizione. Il bello però è che tutto questo concentrato di innovazione è discreto, non urlato. Ed è forse questa la sua caratteristica più apprezzabile, cioè la tecnologia vestita con un abito elegante…e le scarpe da tennis. Perché quella che abbiamo provato noi è la Ateca FR 2.0 Tdi 4Drive 150 CV Dsg. E quel “FR” sta proprio per Formula Racing, che contraddistingue il taglio sportivo del modello. Trazione integrale e cambio automatico DSG a 7 rapporti per una velocità di punta di 196 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi. Prestazioni di tutto rispetto parlando di un SUV con queste dimensioni, 436 cm di lunghezza e 184 cm di larghezza.

Esternamente le linee risultano tagliate con decisione, scavate profondamente quando serve, ma morbide nel complesso, ed il nero metallizzato ne enfatizza ancor di più le forme. Ovunque e ben nascoste, telecamere e sensori di parcheggio a 360° che garantiscono ogni controllo relativo alla guida, alle condizioni del traffico, alla sicurezza e molto altro. L’aspetto è elegante, con dettagli più sportivi dato il cromosoma FR, come i cerchi in lega da 19″, lo spoiler posteriore e i passaruota del colore della carrozzeria, i vetri posteriori oscurati, il doppio scarico cromato, come anche il profilo che incornicia i finestrini. Il frontale è fortemente connotato dai gruppi ottici, i fari full led hanno una grafica degna di nota, la luce diurna diventa indicatore di direzione ed avvolge gli anabbaglianti centrali, mentre gli abbaglianti ne completano la geometria. Anche internamente i sedili avvolgenti in pelle Nera Titanschwarz Vienna, la pedaliera e i battitacco in alluminio, le luci a colorazione variabile e il tetto panoramico elettrico, assecondano bene il taglio racing.

Nell’abitacolo c’è tutto lo spazio per comodi viaggi anche a pieno carico, con 4/5 persone. Il bagagliaio da 485 lt è ben strutturato e pratico, grazie al pianale piatto e non molto alto da terra, alla divisione del divanetto posteriore abbattibile tramite le comode leve di sblocco, al vano di accesso centrale per gli sci e, come da filosofia kessy, l’apertura con sensore a piede, quando si hanno le mani occupate.

L’esperienza di guida di questa Ateca FR è un vero piacere, soprattutto quando si ha modo di testarne tutte le qualità come abbiamo fatto noi, tra le colline delle Langhe e le strade di Torino. La modalità di guida, selezionabile tramite la ghiera sul tunnel centrale, è variabile tra Eco, Sport, Off-Road, Snow, Individual. In modalità sport, sfruttando il cambio al volante, regala emozioni in piena sicurezza e controllo, grazie al Advanced Comfort & Driving Pack Plus che include il Lane Assist (controllo di mantenimento di corsia) il Cruise Control Adattivo (la vettura tiene la velocità impostata, ma in casi di necessità rallenta o accelera), l’ Emergency Assist (in caso di malore del conducente la vettura si accosta automaticamente e aziona le luci di emergenza). Lo sforzo tecnologico fatto per garantire la piena sicurezza in ogni condizione, è davvero una delle punte di diamante della Ateca. Sembra che non ci sia modo di sbagliare una manovra o uscire di strada, nemmeno quando si preme l’acceleratore a fondo e si entra decisi in una curva più stretta, aspettandosi uno stridio dei pneumatici, che difficilmente avverrà. In città poi il la top view camera abbinata al park assist permette di avere una visuale e un’assistenza completa anche in fase di parcheggio e i sistemi di riconoscimento del traffico e dei segnali stradali (il Traffic Jam Assist e il Traffic Sign Recognition ) guidano l’auto in maniera quasi automatica, riconoscendo ostacoli, traffico e segnali stradali, rendendovi il rientro da lavoro o il traffico di punta decisamente più digeribile.

In ogni configurazione (Eco, Sport, Off-Road, Snow, Individual ) inoltre è possibile visualizzare sullo schermo centrale dell’infotainment da 8” tutti i dati relativi, ad esempio, all’inclinazione del veicolo in modalità off-road, o alla forza “g” di accelerazione, in modalità sport.

Il SEAT Virtual Cockpit a disposizione esclusiva del guidatore, completa il pacchetto tecnologico della Ateca, grazie allo schermo da 10”, personalizzabile in tutto, che visualizza le informazioni relative ai consumi, alla navigazione, ai cartelli stradali, al contagiri, alla radio e molto molto altro. Un aspetto fondamentale poi per chi ricerca un certo livello di qualità anche nell’impianto audio, è legata al Beats Audio Sound System, con amplificatore da 300 W e potente subwoofer, alla radio DAB, che tra l’altro trova in automatico le stazioni e le propone sullo schermo con tanto di icone, ed alle prese USB, SD, CD e jukebox. Quest’ultima consente perfino di caricare su hard disk interno la vostra musica preferita senza l’ingombro dei cd.

Scendiamo da questa Ateca FR consci del fatto che un solo test drive non possa trasmettere tutto ciò che ha da offrire, ma consapevoli allo stesso tempo dell’altissimo livello costruttivo e tecnologico raggiunto dalla casa spagnola, il tutto racchiuso in un prezzo di poco al di sopra dei 30.000 €.

Condividere questo articolo:

Comments are closed.