Il Suv compatto che mette tutti d’accordo
di

|
| News
| maggio 2019 | 218 Visite | con Commenti disabilitati su Il Suv compatto che mette tutti d’accordo

La SsangYong Tivoli è il modello crossover della casa coreana, dal nome tutto italiano. Un marchio che viene da lontano, ma che nasconde nel suo DNA le caratteristiche per conquistare il settore di riferimento, in Europa e qui da noi. Questo SUV rientra pienamente nel settore B ed è quindi compatto nelle dimensioni, perfetto per la città, ma allo stesso tempo versatile, spazioso e pratico per viaggi più lunghi. È grintoso con le sue linee decise e ben definite e risulta piuttosto armonioso nel suo aspetto generale, grazie ad un buon equilibrio delle forme. I gruppi ottici, sia anteriori che posteriori sono ben visibili fin dalla prima occhiata, con la loro forma a mandorla allungata che abbraccia leggermente i passaruota. I dettagli dei paraurti in tinta e della griglie in contrasto sono ben studiati. Come anche i profili cromati che corrono lungo le portiere e incorniciano i finestrini, sono un accento sportivo e allo stesso tempo pregiato. L’ampio montante posteriore, lo spoiler ed i cerchi in lega da 18 pollici regalano un certo dinamismo alla linea, che accresce soprattutto nelle versioni bicolore. Il posizionamento dei loghi e del nome del modello non passano di certo inosservati, a testimoniare la volontà della casa coreana di farsi notare senza mezzi termini. È questo l’approccio che ha guidato SsangYong verso la realizzazione di modelli in serie limitata, come la precedente Black Edition e la Juice, fino ad arrivare alla Vanity, nata non per essere venduta ma per essere ammirata. Quest’ultima infatti non è destinata al mercato, ma vuole piuttosto enfatizzare l’unicità e la capacità della Tivoli di distinguersi nell’ampio reparto dei SUV urbani.

La versione Vanity è un chiaro slancio verso un target prevalentemente giovane, vivace e social. Il cambio automatico, l’Apple Car Play e lo Smart Audio System con schermo touch screen da 7 pollici, i cerchi neri in lega leggera MAK da 18’’, i vetri oscurati e soprattutto quel tocco particolare di colore sul tetto, sugli specchietti, sulle calotte, sulle maniglie e sulle mostrine, disegnano un percorso di continuità perfetta con i valori che la SsangYong ha scelto di perseguire. Il Living Coral – pantone dell’anno – è la tonalità scelta per questo nuovo “vestito” del modello Vanity, che promette di non passare certo inosservato. Internamente la Tivoli Vanity riprende il gusto per il dettaglio degli esterni, con il battitacco in alluminio, il volante sportivo in pelle e la leva del cambio automatico sempre in pelle. Per il resto, l’allestimento è piuttosto completo, progettato per offrire il massimo in termini di efficienza, utilizzo degli spazi e comfort. L’abitacolo è moderno, elegante, di grande personalità e piuttosto spazioso anche nei sedili posteriori, nonostante le dimensioni molto compatte (420 cm di lunghezza e 180 cm di larghezza). I sedili sono avvolgenti ed ergonomici e la presenza di ampie tasche nelle portiere, dei vani portaoggetti e del bracciolo centrale apribile, ottimizzano gli spazi in maniera efficace. Il rivestimento dei sedili in pelle è completato da eleganti cuciture a vista che confermano il taglio sportivo della Tivoli. L’allestimento di questa versione include la scritta “Vanity” sulle portiere, che non lascia dubbi sul fatto che questa sia un’auto che si sente bella e sa di esserlo.

La Tivoli d’altro canto gioca da sempre sulle colorazioni ed offre, oltre alle tinte base, una serie di 6 verniciature bicolore tra cui il divertente Orange Pop con tetto bianco o l’elegante Dandy Blue, sempre con tetto bianco. In occasione della mostra “Roy Lichtenstein. Multiple Visions”, a Milano dal 1 maggio all’8 settembre 2019, SsangYong porta questa vena spiccatamente estetica su un altro livello, grazie alla realizzazione di un esemplare personalizzato per celebrare questo grande artista della Pop Art. Le opere di Lichtenstein, immediatamente riconoscibili al primo sguardo, riprendono perfettamente i valori che caratterizzano la Tivoli, e sono in diretto contatto con lo spirito Pop di SsangYong.


Il modello di Tivoli dedicato al grande artista americano

La Tivoli fa della sicurezza un punto di forza, grazie alla presenza di 7 airbag, del dispositivo di allerta collisione (Forward Collision Warning ) e di frenata assistita automatica in caso di emergenza A.E.B.S (Autonomous Emergency Braking System), del sistema di assistenza della forza frenante (B.A.S) e di assistenza in salita (H.S.A.), del sistema di segnale di cambio di corsia involontario, del controllo automatico degli abbaglianti e del riconoscimento dei cartelli stradali.

Per quanto riguarda la connettività di bordo, la Tivoli offre un sistema Smart Audio System con touch screen da 7’’, radio con MP3 e 6 altoparlanti, prese HDMI / USB, il bluetooth con comandi al volante, cruise control, computer di bordo e la retrocamera per la visione posteriore.

Sono 3 le motorizzazioni della Tivoli a disposizione: 1.6 benzina da 130 cv, 1.6 benzina/gpl da 130 cv oppure 1.6 diesel da 115 cv. La versione diesel è decisamente più pacata nei consumi, senza perdere troppo in agilità rispetto a quella a benzina. Il cambio è a 6 rapporti manuale, mentre la trazione integrale ed cambio automatico sono tra gli optional.

Gli allestimenti previsti per la Tivoli sono 4: Free, Road, Dream e Icon. Il listino chiavi in mano parte da 19.000 € per la versione Free, fino ai 26.600 € della Icon, che oltre ad avere le dotazioni già descritte, offre fari allo Xenon, Smart Key con sistema di chiusura automatica, Supervision Cluster e sedili anteriori riscaldati. La retrocamera posteriore ed i vetri privacy sono già presenti nella versione Road, mentre il climatizzatore bi-zona, i sensori luce e pioggia ed i cerchi da 18’’ sono inclusi dalla versione Dream.

La SsangYong, con questo nuovo modello Vanity, se da un lato vuole dimostrare al suo pubblico la capacità di soddisfare i gusti e le esigenze di tutti, portando una ventata di colore e di tecnologia in un comparto, quello dei SUV compatti, che richiede standard estetici e dotazioni sempre più al passo coi tempi, dall’altro sembra volere seguire una stagionalità, come i menù dei ristoranti Michelin, e dare il suo “Benvenuto” alla bella stagione, colorandosi della sua livrea più accattivante.


SsangYong Tivoli Vanity, l’auto che fa tendenza
Condividere questo articolo:

Commenti chiusi