Sulla via della Seta al Mandarin Oriental Milan.
di

| , , ,
| 2019 | Investo Luxury | News
| aprile 2019 | 192 Visite | con Commenti disabilitati su Sulla via della Seta al Mandarin Oriental Milan.

Quando Design italiano contemporaneo  e leggendaria eleganza orientale s’incontrano, non può che nascere una struttura confortevole come il Mandarin Oriental Milan che risponde perfettamente alle esigenze della clientela che lo sceglie. Hotel 5 stelle lusso dallo stile contemporaneo e residenziale ispirato al design delle dimore dell’alta borghesia milanese dagli anni ‘30 ad oggi. Ubicato all’interno di quattro eleganti palazzi del XVIII secolo completamente ristrutturati, si trova a pochi passi dalle celebri via Montenapoleone e via Manzoni e offre 104 stanze di cui 34 suite e junior suite , compresa una Presidential Suite. Sia i lavori di ristrutturazione degli edifici che l’interior design di tutti gli ambienti, sono stati realizzati dal rinomato studio di architettura Antonio Citterio Patricia Viel Interiors, che hanno espresso la rappresentazione massima della creatività milanese, con le due suite tributo a due grandi maestri del design:  Piero Fornasetti e Giò Ponti.

ph. credits courtesy of Mandarin Oriental, Milan

Ma il Mandarin Oriental Milan è anche Seta e Mandarin Bar & Bistrot.  Il primo, raffinato ed elegante ristorante a cui si accede dal Mandarin Bar & Bistrot  e da un’entrata dedicata al numero 18 di via Monte di Pietà, accoglie circa 50 coperti, offrendo una proposta gastronomica creata dal pluripremiato Chef Antonio Guida, che rappresenta l’esaltazione della sua filosofia di cucina, che fonde le  forti radici pugliesi alle influenze provenienti dalle sue esperienze pluriennali in Francia e in Toscana. Il menù del Seta, si compone di piatti elaborati dove, attraverso raffinate tecniche di preparazione, la qualità delle materie prime viene esaltata e gli ingredienti sono lavorati dal talento dello chef secondo una mentalità tutta italiana per cui la preservazione dei sapori e l’immediatezza del gusto sono al centro della scena

ph. credits Gcourtesy of Mandarin Oriental, Milan

Non da meno, il  Mandarin Bar & Bistrot,  aperto dal mattino fino a tarda notte, che può essere considerato il ‘cuore pulsante’ dell’hotel.  È proprio in questo meraviglioso angolo Lounge che incontriamo Simone Gussonida gennaio nuovo  F&B Manager del Mandarin Oriental Milane la giovanissima  Aline Arruda , F&B Assistant. Sul volto di entrambi il sorriso e la disponibilità, di chi ha la preparazione e la passione, necessarie, per questo lavoro.Simone con qualche anno di esperienza in più di Aline, ma solo per ovvie ragioni anagrafiche, ci racconta attraverso quelle che sono state le sue esperienze professionali, il cambiamento radicale del concetto stesso di Bistrotnell’hotellerie di livello. 

Mandarin Bar & Bistrot | courtesy of Mandarin Oriental, Milan

Il Mandarin Bar & Bistrot è aperto dalle 6 alle 2 di notte a tutti, non solo agli ospiti dell’hotel. Qui i  clienti possono fare colazione, pranzare, fermarsi per uno snack o aperitivo, per puro relax o per incontri di lavoro. Un luogo in cui tutti, a qualsiasi ora, sanno di poter trovare accoglienza e prodotti  di alta qualità», afferma Simone Gussoni. – Tutto questo lo appuriamo personalmente, degustando un Smoked Negroni e un Cielo de Jalisco sapientemente preparati da Antonio Rosato e serviti e raccontati  da Nelson, con un effetto scenico che farebbe intimidire i migliori scenografi di Hollywood. –  “Cerchiamo sempre prodotti in esclusiva, come la birra del Birrificio Agricolo di Novara, a base di riso venere e malto d’orzo, gluten free, oggi molto ricercato”.

Smoked Negroni – courtesy of Mandarin Oriental, Milan

Ricercatezza e qualità dunque, i punti saldi di chi oggi si dedica ad un settore che necessariamente deve soddisfare le esigenze della propria clientela, ma non solo. Simone non ha dubbio alcuno, “Oltre la qualità della materia prima,  gli elementi imprescindibili,  e necessari a tutto ciò, sono, la preparazione dello staff,  legate alla passione, che deve essere alla base della scelta e non come ripiego, di questa professione.”  Ci introduce così Aline, giovane determinata e molto preparata F&B Assistant, considerata da Simone il Trait d’Union, colei che crea la giusta comunicazione, tra cucina e sala. 

Chef Antonio Guida – Aline Arruda – Simone Gussoni –
ph. credits Gaz Blanco

Parla perfettamente quattro lingue: italiano, inglese, portoghese e spagnolo. Nel settore da 6 anni, e da 4 anni al Mandarin Oriental Milan. Ha iniziato come hostess per poi arrivare ad essere F&B Assistant. Le abbiamo chiesto se nel percorso della sua esperienza professionale ha trovato delle difficoltà che l’hanno messa in crisi:

“Amo il mio lavoro, – afferma – , ho scelto un percorso di studi che mi permettesse di approdare in questo settore, e quando scegli e hai la fortuna di poter svolgere il lavoro dei tuoi sogni, non vedi sfide ma opportunità di crescita professionali.  Lavorare al Mandarin significa avere anche la certezza di essere seguiti e aiutati in questo percorso ”.  

La passione, la preparazione e oseremmo dire, la devozione che Aline e Simone hanno per il loro lavoro, le denotiamo, non solo dalle loro parole,  ma soprattutto,  dalla cura e dall’attenzione per ogni dettaglio e per ogni cliente, con le quali, riescono  a raggiungere livelli qualitativi che superano spesso anche  le aspettative dei loro ospiti. 

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi