MiDo: guarda avanti
di

| , , ,
| 2019 | News
| febbraio 2019 | 128 Visite | con Commenti disabilitati su MiDo: guarda avanti

Si è conclusa ieri all’insegna della continuità, la 49esima edizione di MIDO, la più grande fiera al mondo dedicata all’occhialeria. Confermato infatti il risultato dello scorso anno con una leggera crescita che ha portato a circa 59.500 le presenze nei tre giorni di manifestazione di operatori professionali provenienti da 159 Paesi.

MIDO 2019 si è caratterizzato per l’altissima qualità dei prodotti che abbiamo visto tra gli stand di tutti i padiglioni. Numerosi espositori hanno espresso soddisfazione per l’esito della fiera, a conferma del fatto che MIDO resta un evento prima di tutto votato al business, utile per allargare la propria rete di contatti, fare affari e stringere accordi commerciali – ha commentato Giovanni Vitaloni, Presidente MIDO.

Una fiera nata quarantanove anni fa, che quest’anno ha dato anche grande spazio alla comunicazione digital. Conclusa l’edizione 2019, si è già al lavoro per la prossima che segna il traguardo storico dei 50 anni di MIDO. “Per il 2020 abbiamo in cantiere un fitto programma di eventi che coinvolgeranno tutto il settore: aziende, ottici, buyer, media e istituzioni, per celebrare degnamente l’edizione d’oro”, conclude Vitaloni.

Insomma l’evento che porta in mostra uno degli accessori che nel corso degli anni è riuscito a trasformarsi, ha saputo “guardare”  avanti realizzando numeri da record.

Tra i vari brand presenti al MIDO non poteva mancare Italia Independent, che da sempre si contraddistingue per stile e avanguardia.

Ha presentato in anteprima mondiale la seconda release Hublot Eyewear, unica e distintiva, ricca di fascino senza tempo. Modelli iconici, rappresentanti di quel lusso moderno capace di coniugare elementi classici e contemporanei, sono impreziositi da dettagli, che raccontano l’incredibile mondo di riferimento di una delle aziende leader nel settore dell’orologeria di lusso. Modellistica, sia per le varianti sole che vista, realizzata interamente in titanio Made in Japan. Spicca il modello H026, diretta evoluzione degli occhiali Tech – veri must have della prima collezione. Non poteva mancare  Pop Line, famiglia pop e lifestyle di Italia Independent che torna ai vecchi fasti con un’infusione di grafiche e colori realizzati con la specifica tecnica del digital printing e che caratterizza in modo trasversale la modellistica sole, vista e teen. Forme classiche e contemporanee alternano trend e design per ogni tipologia di volto.

Il MIDO è stato anche l’occasione per presentare la seconda collezione eyewear realizzata in co-branding tra Billionaire Boys Club e Italia Independent, il marchio di moda e lifestyle fondato da Lapo Elkann e il brand streetwear premium nato dalla volontà di Pharrell Williams proseguono la loro felice collaborazione con un ambizioso progetto caratterizzato dall’alto contenuto stilistico in cui sport, arte e musica si fondono armoniosamente. Occhiali interamente realizzati in acetato hand made dal chiaro riferimento stilistico Urban anni 90, fonte di ispirazione inesauribile per i designer di tutto il mondo.

E sempre in anteprima mondiale, per i collectors amanti dei super eroi, I-I ha svelato al Mido la collezione eyewear – adult e kids – sviluppata in collaborazione con Marvel e dedicata interamente alla saga degli Avengers: Iron Man, Capitan America, Hulk e Thor. Vera chicca della collezione il lancio in edizione limitata di soli 150 pezzi ispirati alla famosissima saga e dedicati a veri cultori.

Proprio grazie a queste partnership consolidate con nomi riconosciuti a livello mondiale , Italia Independent, ha saputo dimostrare più di qualunque altra società del settore, che esiste sempre una  possibilità per migliorarsi e portare avanti scelte di stile. Il  2018 è  stato sicuramente un anno cruciale per il Gruppo,  ma nelle prime settimane del 2019, con l’ingresso del fondo chiuso TALENT EUVECA E DEL FONDO CENTURION GLOBAL FUND SICAV PLC in qualità di nuovo azionista, è arrivato al Mido 2019 con la consapevolezza di aver posto solide fondamenta che hanno permesso di concludere la fase di ristrutturazione e di proseguire nel piano di rilancio del brand e delle sue attività commerciali iniziato due anni fa con l’arrivo dell’amministratore delegato  Giovanni Carlino.

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi