Le opere iconiche di Venini arrivano a Torino e prendono casa al Golden Palace
di

|
| In evidenza
| ottobre 2018 | 237 Visite | con Commenti disabilitati su Le opere iconiche di Venini arrivano a Torino e prendono casa al Golden Palace

Il Golden Palace di Torino fa parte della storia della città, con le sue quasi 200 camere, le oltre 40 suites e quegli appena 500 metri che la dividono da Piazza San Carlo la dicono lunga su quanto importante sia stato l’impatto sociale di una simile struttura ricettiva sulla città. Siamo in quella che fu la prima capitale d’Italia, con le sue residenze Sabaude e quel mistero, universalmente riconosciuto e legato alle leggende che riguardano i culti esoterici di magia bianca e magia nera, che gli sono valsi l’appellativo di città magica. Torino però è anche sinonimo di design e per restare in tema da alcuni giorni è stata inaugurata all’interno del Golden Palace una suite “Venini” in cui a farla da padrone sono stati i colori e le luci che non ti aspetti.

Una camera a tema? Non solo. Sarebbe troppo riduttivo, piuttosto si tratta di una vera e propria esposizione delle opere dei più importanti maestri vetrai. Un percorso visivo che parte dalla hall fino ad arrivare alla suite, passando dal salotto ai corridoi che unisco i bagni alla camera da letto, illuminata con la riconoscibilissima lampada ad abaco. È artigianato puro che viene fuori dai colori, visti proprio come dei patrimoni culturali. Qui sono le sfumature che si evolvono nelle forme grazie al talento artistico dei maestri vetrai, chiamati a conservare per sempre quella qualità e unicità che tutto il mondo ci invidia.

Ma chi rappresenta il nome Venini oltre a dei bellissimi oggetti di design e di arredamento?

Dietro c’è tutto il saper fare italiano, quello legato alla passione dei maestri vetrai e all’esperienza di una azienda con oltre 100 anni di storia, di colore, di creatività cosmopolita, nata nel 1921 grazie al volere di Paolo Venini e dell’antiquario veneziano Giacomo Cappellin. Intorno le firme dei più importanti architetti, designer e artisti di fama internazionale che nel corso degli anni hanno scelto in qualche modo di legarsi all’azienda. È vetro di Murano, soffiato a mano, eccellenza artistica, passione tutta italiana che nel suo archivio-museo è ritratta in 45.000 disegni, 10.000 foto d’epoca e 4.000 opere d’arte.

Oggi Venini, è entrato nelle collezioni permanenti dei più grandi musei del mondo tra cui il Metropolitan Museum, il Moma di New York, la Fondazione Cartier di Parigi e il Victoria and Albert Museum di Londra, diventando un punto di riferimento nel mondo del vetro artistico, con la sua identità stilista che la contraddistingue e che si rinnova ogni volta che un artista decide di mettere la sua firma su un pezzo.

Benvenuti a Torino!

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi