Comba S.p.A l’Industria 4.0
di

| , ,
| 2017 | News
| novembre 2017 | 77 Visite | con Commenti disabilitati su Comba S.p.A l’Industria 4.0

Le aziende che riconoscono la competizione come fattore fondamentale di  successo, devono necessariamente, considerare l’adeguamento tecnologico dei propri impianti, questo significa implementare oggi, nuovi sistemi di produzione che non possono non ruotare attorno alle nuove tecnologie dell’Industria del futuro. Proprio nell’ultimo anno, grazie al bonus 4.0, l’indotto industriale ha visto un incremento positivo della curva di crescita, e ad esempio pratico,  alle porte di Torino, abbiamo incontrato la Comba Group S.p.A. società che ha fatto della rivoluzione Tecnologico-industriale, la rampa di lancio verso nuovi mercati.

 

 

Iniziamo con un po’ di storia, la vostra società ne ha per oltre 50 anni. Cosa produce, e quando e come nasce.

L’azienda viene fondata nell’aprile del 1968 da mio padre Claudio, all’epoca giovane carpentiere saldatore. L’hinterland torinese era fecondo di Società leader nel settore metalmeccanico e la piccola azienda individuale non impiega troppo tempo a crescere e ad affermarsi nella costruzione di piccole e medie carpenterie. All’inizio degli anni ’80 la Società acquistò il primo immobile e dotandosi anche  di carri ponti da 10 tonnellate poté quindi aumentare la “taglia” dei manufatti costruiti. Nei primi anni ’90 con il mio inserimento in azienda, tra una lezione alla Facoltà di Economia e Commercio ed un esame, si decise di investire nei trattamenti termici e superficiali fino ad allora gestiti presso fornitori esterni: acquistammo un forno per la ricottura (trattamento termico indispensabile per togliere le tensioni create dalle saldature), un impianto di granigliatura (macchinario dotato di turbine che lanciano sfere metalliche sul manufatto per togliere i residui di calamita dell’acciaio) ed una cabina di verniciatura. Nel 1996 seguendo le richieste della clientela investimmo nella prima fresatrice con l’intento di dare un particolare finito, pronto per l’assemblaggio finale al Cliente. La mossa fu vincente. Gli ultimi 20 anni sono stati  così una continua crescita: 54 dipendenti, 10.000 mq. di capannoni coperti su un’area di circa 30.000 mq. 30% export. Oggi la Comba Group Spa è forse l’unica in Italia e tra le poche in Europa a poter fornire al cliente strutture con pesi sino a 120 tonnellate partendo dallo sviluppo tecnico del disegno, ossitaglio, assemblaggio, saldatura, trattamento termico di stabilizzazione/ricottura, granigliatura, fresatura, rettifica, collaudo in sala metrologica climatizzata e verniciatura completamente all’interno dei propri locali, con proprie attrezzature.

 

 

Parliamo di Made in Italy industriale, quali i fattori principali che contraddistinguono la produzione di macchinari italiana dalla concorrenza estera.

Per nostra fortuna i più importanti produttori di macchine utensili al mondo sono italiani: che si tratti di torni verticali, alesatrici, fresatrici a montante mobile o gantry. Questo nasce sicuramente dall’indole imprenditoriale italiana, dalla perenne ricerca tecnologica, dalla volontà di personalizzazione e risoluzione dei problemi tecnici più complicati che da sempre contraddistinguono le imprese manifatturiere italiane. Non potremmo mai pensare di fare concorrenza a paesi dove il costo della manodopera è 10 volte inferiore al nostro: ma noi siamo in grado di risolvere i problemi dei nostri clienti con macchine ed attrezzature speciali, progettate e costruite ad hoc.

 

Secondo il report di ANIMA ( Federazione delle associazioni nazionali della meccanica) l’industria della meccanica italiana è in crescita e si appresta a chiudere il 2017 con un incremento della produzione del 3,7% a 46,6 miliardi di euro, un aumento dell’export (+2,5% ) e degli investimenti (+13,3%), rispetto al 2016. Questo, il trend derivante dall’accelerazione degli investimenti in tecnologie, che si è attivata già nel 2016. Cosa significa per Comba Group Spa innovazione Tecnologiaca e cosa ha portato alla vostra società in termini di produzione e di fatturato ?

Il fatturato di questi ultimi due esercizi ha visto una crescita del 4-5%: sono stati anni di consolidamento e selezione della Clientela italiana ed estera. Soprattutto in Italia si è visto in questi ultimi anni la chiusura di diverse aziende, ance storiche nel nostro settore. Cerchiamo, con i pochi strumenti che abbiamo a nostra disposizione, di evitare rischi. La produzione è variata, concentrandosi sulle grandi strutture: oggi acquistiamo circa 600 ton/mese di lamiera da treno. A fine 2016, approfittando delle possibilità messa a disposizione dal governo italiano con il super-ammortamento e Industry 4.0, abbiamo deciso un grande investimento di oltre 3 milioni  per una nuova fresalesatrice di grandi dimensioni che sarà operativa dal mese di dicembre 2017. Andrà a completare un reparto dove sono già presenti altre 3 macchine simili con campi di lavoro da metri 20 x 5.

 

 

Quale a suo avviso il futuro dell’industria Meccanica e quale la ricetta ideale per mantenere un trend positivo del settore

L’anno scorso il cda della Comba Group spa, ha appoggiato la mia idea di tentare la quotazione in Borsa all’AIM: l’operazione dovrebbe concludersi nel mese di gennaio. I primi benefici si sono notati in pochi mesi di lavoro: la società a gestione padronale/familiare ha visto una trasformazione diventando un’industria con bilanci certificati da revisori esterni, un organigramma completo e ben dettagliato, una gestione economica/finanziaria organizzata e programmata. Con i proventi derivanti dalla quotazione prevediamo acquisizioni per consolidare e crescere la nostra posizione di mercato. Riteniamo fondamentale creare una rete commerciale adeguata soprattutto per il mercato estero. Proseguiremo, tramite nuove assunzioni nell’organizzazione interna potenziando le attività che ci contraddistinguono soprattutto saldatura e lavorazioni meccaniche.

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi