Lido Marinelli presenta il Salento
di

| , ,
| 2017 | News
| luglio 2017 | 616 Visite | con Commenti disabilitati su Lido Marinelli presenta il Salento

É più pulito il mare quest’anno sulle coste italiane e a decretarlo è Legambiente. Sono 342 infatti le spiagge sulle quali sventolerà la bandiera blu, tra queste due nuove località pugliesi: Castellaneta Marina (Taranto) e Melendugno (Lecce). Ma il Salento non è solo una bandiera e per scoprire e conoscere quel pezzo di terra che si staglia tra il mar Ionio a ovest e il mar Adriatico a est, il tacco dello stivale italiano in pratica vi diamo appuntamento in una piccola località balneare nella provincia di Lecce, Marina di San Gregorio, a pochi km da Santa Maria di Leuca, all’interno del Lido Marinelli dove nelle serate del 27 luglio, e del 3 e 9 agosto sarà possibile scoprire, a partire dalle ore 20.00, la storia e la cultura del Salento.
A introdurre le serate sarà Aldo D’Antico, insegnate e componente del CNPI (Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione), creatore e fondatore a Parabita (Lecce), del Centro di Cultura “Il Laboratorio”, ricercatore storico ed editore, a lui infatti è dato il compito di raccontare il suo amore per il Salento, luogo di nascita della cultura europea.
Al suo fianco siederanno il docente di linguistica dell’Università di Torino, Antonio Romano, chiamato a raccontare come è nata la lingua salentina, lo scrittore e critico Paolo Vincenti a lui il compito di narrare della letteratura, dell’arte e della scienza del luogo, lo storico Salvatore Coppola impegnato a sviscerare secoli di lotte sociali contadine e infine l’archeologo Stefano Calò che ci riporterà indietro nel tempo fino alla preistoria. Non solo storia ma anche musica con la violoncellista Flavia Leopizzi, il violino Pierluigi Leopizzi e il pianoforte di Enrico Tricarico.
La Puglia sono le sue bandiere blu, ma è molto altro come scoprirete. Il Lido Marinelli è sinonimo di divertimento, di riposo, di relax, di pochi pensieri ma è il luogo ideale dove andare a placare quella fame che non è solo dello stomaco e degli occhi ma è anche della mente. Ed è accessibile ai disabili: non vi sono barriere architettoniche che ostacolano il passaggio. E’ raggiungibile anche se arrivi via mare da uno yacht e soprattutto il Lido Marinelli è da sempre schierato contro l’abbandono degli animali da qui la possibilità di arrivare in stabilimento con i cani, a patto che siano rispettate le normative e il buon senso. Buon senso che in quanto dote umana più che canina spesso latita sulle nostre spiagge.
Per informazioni: marinellivacanze.it

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi