Creare imprenditori, per creare posti di lavoro.
di

| , ,
| 2017 | News
| luglio 2017 | 216 Visite | con Commenti disabilitati su Creare imprenditori, per creare posti di lavoro.

Alzi la mano chi non ha mai sognato di avere successo nel lavoro e diventare imprenditore di tutto rispetto. Sicuramente fare impresa non è facile. Per essere imprenditori serve una buona dose di sacrificio e capacità organizzative, e se si hanno ottime idee e mancano queste basi tutto diventa più complicato. E se nelle nostre scuole manca un vero e proprio indirizzo dedicato a tale scopo, per coprire questo gap  arriva a supporto Réseau Entreprendre Piemonte (REP) un’associazione di imprenditori, per nuovi imprenditori, che sta diventando uno sportello di riferimento sempre più importante sul territorio regionale, ma non solo. La mission di REP è semplice, aiutare i nuovi imprenditori a realizzare il proprio progetto o la propria intuizione, facendoli affiancare da imprenditori senior di grande esperienza, che mettono a disposizione il loro tempo in forma assolutamente gratuita. Un progetto lineare quindi, che richiede però serietà e impegno, oltre a un lungo lavoro di preparazione. I progetti presentati a REP, devono infatti essere vagliati e valutati durante un periodo di professionalizzazione, successivamente i neo imprenditori saranno affiancati da un mentore che li aiuterà a redigere il business plan del loro progetto da presentare al Comitato di Convalida che determinerà la loro ammissione in accompagnamento. Se il progetto sarà approvato, il neo imprenditore avrà l’appoggio e la guida degli imprenditori senior Rep per 2/3 anni che l’aiuteranno ad affrontare qualsiasi tipo di problema inerente la nuova impresa. Potrà inoltre incontrarsi e confrontarsi con altri neo imprenditori e paragonare la propria esperienza con chi sta affrontando il suo stesso percorso. Un metodo nato e testato da anni in Francia, nazione dove oramai è diventato un’eccellenza di pubblico interesse.

In REP il progetto va valutato sempre insieme al potenziale imprenditoriale, come ha sottolineato durante la sua relazione Lisa Orefice “Si valuta la persona. Il capitale umano è sempre al primo posto in tutte le fasi”.

Il presidente Giovanni Radis, ha evidenziato la crescita di REP: “Nel 2016 abbiamo avuto un aumento dei ricavi del 17,38%. A oggi abbiamo 60 imprenditori associati distribuiti su Torino, Alba, Alessandria e Cuneo, 15 sono entrati nel 2017. A breve apriremo la sede di Novara – ha quindi elencato una serie di dati molto interessanti – Dal 2011 a oggi REP ha convalidato 31 nuove imprese, con 25 marchi registrati e 10 brevetti. Ha quindi creato 151 nuovi posti di lavoro con una partizione del 52% uomini e 48% donne. Le nostre nuove imprese hanno una vitalità dell’87%. Nel 2017 saranno convalidate 8/10 nuove imprese a fronte delle tantissime domande ricevute. I neo imprenditori che vengono a bussare alle porte di REP, arrivano per la maggior parte attraverso il passaparola o attraverso i nostri canali di comunicazione”.

Alcuni dati caratterizzanti della popolazione dei neo imprenditori REP: L’età media di 38 anni, ed è composta dal 75% di laureati e il 25% di diplomati. Il 63% dei neo imprenditori ha avuto esperienze di studio o lavoro all’estero.

Nel prossimo futuro, oltre all’apertura della sede di Novara, l’associazione si impegnerà nella realizzazione di un grande evento, dedicato al talento dei neo imprenditori, che faccia da cassa di risonanza a questa splendida realtà e consenta di mettere in contatto, senior e neo imprenditori con enti privati, ma anche pubblici, che potranno continuare a dare appoggio, impulso e stimolo alla crescita dell’associazione. Quindi aspiranti imprenditori, con idee e progetti validi oggi hanno una possibilità in più per percorrere un percorso professionale che possa essere la chiave del successo imprenditoriale.

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi