Santità Sconosciuta | rassegna itinerante di eventi musicali e canori di altissimo livello
di

| ,
| 2015 | Eventi | In evidenza
| agosto 2015 | 1086 Visite | con Commenti disabilitati su Santità Sconosciuta | rassegna itinerante di eventi musicali e canori di altissimo livello

In un mondo che tutti oramai giudicano senz’anima, quest’ultima assume, in una ridente e caratteristica località fra l’imperiosa imponenza del Monviso e le dolci ondulazioni delle colline Unesco di Langa, la forma niente meno che di un Anfiteatro. Un luogo di perfetta rievocazione illirica che, grazie alla iniziativa di Ivan e Natascia Chiarlo, poliedrici artisti ambasciatori nazionali di questo territorio, sarà una perenne agorà spettacolare al culmine di Salita Mina in frazione Grinzano a Cervere. Qui il 3 settembre si inaugurerà, alla presenza del grande Maestro Uto Ughi, la nuova edizione della Santità Sconosciuta, rassegna itinerante di eventi musicali e canori di altissimo livello tesa alla riscoperta dei luoghi più mistici ed evocativi della provincia. Un percorso culturale e storico che ci riporta alle nostre radici millenarie, le quali sono anche le radici della civiltà linguistica e tradizionale europea, e che si arricchisce da quest’anno di uno spazio destinato a essere il naturale palcoscenico, soprattutto nelle stagioni primaverile, estiva e autunnale, del più grande e suggestivo teatro en plein air del Nord Ovest, delimitato da due grandi simboli paesaggistici internazionali. In questo risiede la strategica intuizione di Ivan e Natascia, alla testa di un progetto coeso e partecipato la cui cerimonia inaugurale avrà luogo giovedì 3 con l’Open Cocktail dedicato a pubblico, autorità e artisti a partire dalle ore 19, mentre alle 19 e 45 il Maestro Ughi, accompagnato dalle autorità, taglierà il nastro di apertura ufficiale dell’Anfiteatro. L’Anima di questa Ouverture sarà quella della melodia della celeberrima cantante Israeliana Noa, simbolo più che mai di comunione e di armonia reciproca, artista celeberrima per motivi divenuti oramai leggenda, primo fra tutti l’Ave Maria che commosse Papa Wojtyla.
Un battesimo che non si conclude nella pur avvincente serata di debutto, ma che proseguirà in quella del giorno dopo, venerdì 4, grazie all’Orchestra dei Giovani Talenti con un concerto sulle note delle vivaldiane Quattro Stagioni in cui il Grande Maestro Ughi svolgerà un ruolo di autentico Padre nobile intento nella lettura dei Sonetti. Lo spettacolo della seconda giornata sarà a ingresso gratuito, previa gentil prenotazione contattando il 340 498 51 36.
Per partecipare al Concerto di Noa, invece, occorre sintonizzarsi sui siti Piemonteticket.it e Ticketone.it. Sono previste agevolazioni per i cittadini cerveresi richiedendo informazioni agli stessi organizzatori numero cellulare di cui sopra.
In un momento ancora difficile dal punto di vista economico finanziario, quella messa in atto dall’Associazione saviglianese Arturo Toscanini con Ivan e Natascia, quest’ultima assistente artistica del Maestro Ughi, rappresenta una scommessa di sviluppo per l’intero territorio, tesa a diversificarne la vocazione turistica verso la cultura di richiamo nazionale e internazionale, premessa per aumentare arrivi e presenze di qualità sul nostro territorio e al tempo stesso per favorire la visibilità dei nostri talenti artistici e musicali, in una provincia come la Granda che annovera poli scolastici formativi assai richiesti. Del resto, un programma itinerante come la Santità Sconosciuta punta proprio a favorire un network coordinato di location ed esperienze. Perché l’Anfiteatro è il palcoscenico, l’Anima è l’esplorazione storico artistica, il teatro è quel luogo geografico diffuso nella Granda e così definito dal Maestro Ughi: “L’Anfiteatro è un luogo che evoca mistero, sito tra i dolci declivi delle Langhe e il Monviso che si erge potente a contemplare. Un soffio d’infinito”.
Sarà presente alla cerimonia, accompagnando il Maestro Uto Ughi al taglio del nastro inaugurale, anche il Vicepresidente nazionale dell’ABI, e vertice della Banca Crf, Beppe Ghisolfi, a simboleggiare in concreto il connubio fra cultura ed economia. Ampio, d’altra parte, il parterre istituzionale che terrà a battesimo la nuova agorà: dal Parlamentare Europeo Alberto Cirio ai Consiglieri Regionali di Piemonte e Liguria, Franco Graglia e Angelo Vaccarezza, al Sindaco Corrado Marchisio, a rappresentare la più vasta convergenza di intenti a ogni livello, anche nella visione europea e di Nord Ovest.

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi