Idee che costruiscono innovazione
di

|
| 2013 - Numero 6
| novembre 2013 | 1639 Visite | con No Comments

2013-N06 InvestoBuilding2
2013-N06_InvestoBuilding2.pdf
688.2 KiB
197 Downloads

MADE expo nasce affinché l’eccellenza produttiva in termini di tecnologia e di design delle aziende trovi finalmente riscontro in un appuntamento fieristico capace di imporsi all’attenzione internazionale, capace di dialogare con i media e con operatori abituati a muoversi in contesti evoluti. Quest’anno si è chiusa con un bilancio positivo in termini di visitatori stranieri: 211.105 visitatori totali, di cui 35.619 dall’estero.

Generale soddisfazione tra gli espositori che hanno potuto stringere nuovi contatti e proiettarsi verso nuovi mercati.

Nell’ultima giornata hanno spiccato tra gli altri la conferenza a cura di ICE Pechino sulle opportunità che si stanno aprendo in Cina a seguito della diffusa urbanizzazione, oltre all’incontro con il presidente della HAWA (omologa di FederlegnoArredo in Vietnam). Presente tra gli stand anche il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, on. Maurizio Lupi. MADE expo è il punto di incontro privilegiato tra aziende, progettisti, imprese di costruzione, serramentisti, rivenditori e operatori del settore. Nei quattro giorni di manifestazione le aziende hanno incontrato i loro clienti, ma soprattutto hanno sviluppato contatti nuovi con gli operatori internazionali più qualificati. Nei padiglioni si è respirata la voglia di conoscere, informarsi e confrontarsi sulle nuove tecnologie, un segno inequivocabile di ottimismo e di fiducia da parte di visitatori ed espositori, che vedono in MADE expo il momento qualificato per il proprio business e una chance concreta per far ripartire il settore. Uno stand su tutti ha catturato la nostra attenzione, quello del Gruppo Rubner, per le sue dimensioni, la sua originalità e la sua eleganza.Il Gruppo Rubner ha origini in una terra ricca di valori legati alla tradizione e alla salvaguardia dell’ambiente. Alla base da sempre di un business in costante evoluzione il rispetto per la natura, profondamente radicato nel territorio altoatesino, unito a una vera e propria “passione” per il legno. Dal 1926, che segna l’avvio delle attività produttive, la passione per il legno è sempre alla base delle attività guidate dalla terza generazione della famiglia composta da Stefan, Peter, Joachim e Alfred Rubner. Sotto la guida del Presidente Stefan Rubner, il Gruppo Rubner gestisce oggi un’attività suddivisa in cinque settori strategici: industria del legno, strutture in legno, grandi progetti chiavi in mano, case in legno e porte in legno. Le singole aziende del Gruppo si fondono tra loro per dare vita a una sola grande unità in grado di garantire una catena verticale di processi che coprono l’intera filiera del legno, dalla materia prima al progetto finito: segati, montanti in legno lamellare per telai, pannelli in legno massiccio, travi in legno lamellare, elementi costruttivi in legno massiccio assolutamente naturali e strutture in legno lamellare, grandi progetti di edilizia ‘chiavi in mano’, abitazioni residenziali, porte e finestre. Da oltre 85 anni il binomio tradizione-innovazione rappresenta la formula vincente del Gruppo Rubner. Un approccio che ha consentito la costante innovazione dei processi produttivi, sempre più competitivi ed efficienti, e importanti investimenti in ricerca e sviluppo per l’individuazione di nuove applicazioni del legno, materiale capace di rispondere alle più evolute esigenze di comfort, di perfomance energetiche e di sicurezza.La sinergia tra le aziende Rubner ha determinato importanti risultati anche sul fronte delle commesse e dei prestigiosi progetti realizzati a livello internazionale dal Gruppo Rubner. Tra le realizzazioni in legno pù recenti del Gruppo Rubner: la Pyramidenkogel di Keutschach am See in Austria, la torre panoramica in legno più alta al mondo, l’Autogrill Villoresi est in prossimità di Lainate (Mi), una complessa geometria in legno lamellare, il nuovo Polo Scolastico Garibaldi/Sassi, uno dei tre edifici scolastici realizzati a Soliera (MO) nell’ambito della ricostruzione post-terremoto e quattro palazzine in regime di Housing Sociale A.L.E.R. realizzate a Brescia. Sul fronte degli edifici multipiano, Rubner ha realizzato in Francia il primo edificio di 7 piani che amplia la “Maison de l’Inde” nella Città Universitaria di Parigi e in Italia, il ‘Marina Verde Wellness Resort’, una struttura turistica sulla spiaggia di Caorle a sette piani fuori terra, e ‘Panorama Giustinelli’, un complesso residenziale di 6 piani ubicato nel centro di Trieste. Infine la nuova struttura Rubner Haus e Rubner Porte nel Rubner Center di Chienes, un progetto architettonico all’avanguardia sviluppato su tre livelli sopraelevati e un piano interrato per un volume complessivo di oltre 10.000 mq.

Condividere questo articolo:

Commenti chiusi